Il patrimonio archivistico » Manifesti e pubblicità


La qualità della grafica istituzionale e pubblicitaria dell'Olivetti è ben nota. D'altra parte fin dalle origini l'Olivetti ha sempre considerato la bellezza del design e della comunicazione grafico-pubblicitaria un aspetto non puramente estetico-formale, ma sostanziale della sua strategia e del suo modo di essere impresa. Lo si comprende bene osservando la collezione di manifesti e delle campagne pubblicitarie, dedicate a singoli prodotti o genericamente all'immagine aziendale.

Nonostante la varietà degli autori e degli stili, queste raccolte documentano una tradizione fatta di buon gusto, di raffinata innovazione, di efficace comunicazione. Si passa dai moduli classici di autori come Wolf Ferrari, Dudovich, Pirovano a forme grafiche che sotto la direzione di Leonardo Sinisgalli risentono degli influssi dell'arte contemporanea e razionalista, per arrivare alla feconda esperienza, unica per stile e fantasia, espressa fino ai primi anni Sessanta da Giovanni Pintori. Si succedono quindi numerosi designer e grafici che, per creatività, capacità di sintesi, effetto comunicativo, utilizzo delle più svariate tecniche, rafforzano anno dopo anno una lunga tradizione di eccellenza grafica e pubblicitaria.

Dell'Eidoteca fanno parte anche le collezioni di immagini sviluppate a partire dal 1951 come corredo promozionale alle attività del Centro Culturale Olivetti. Manifesti, locandine, schede, programmi e cataloghi redatti in occasione di mostre, conferenze, convegni, corsi popolari, concerti, visite turistiche e attività sportive, ma anche per fare e comunicare cultura nella convinzione che una grande organizzazione industriale, come la Olivetti, non fosse solo un luogo di lavoro, un centro di produzione di beni, ma potesse esprimersi anche come ambiente di relazione sociale e di crescita culturale della società nel suo complesso.

Alcuni manifesti storici tra i più significativi (350) sono stati digitalizzati grazie al progetto promosso dalla Regione Piemonte e dal Ministero per i Beni Culturali finalizzato alla valorizzazione dei materiali archivistici e iconografici delle aziende piemontesi.
Questi manifesti sono pubblicati a questo indirizzo


Per maggiori dettagli sull'Eidoteca si veda la relativa Scheda della struttura archivistica.