La Biblioteca » Emeroteca


L'Emeroteca annovera riviste storiche, pubblicate su iniziativa della società Olivetti o di Adriano Olivetti, che hanno conquistato un posto di rilievo nella storia della cultura del Novecento. Tra le altre si possono citare Comunità, SeleArte, Urbanistica, Zodiac, Metron architettura, Tecnica e Organizzazione, Sapere.

Risale al 1937 il primo numero di Tecnica e Organizzazione, rivista voluta da Adriano Olivetti per dibattere temi e problematiche di primaria importanza per un'industria moderna che vuole affermarsi sui mercati internazionali.

La rivista Comunità che esce nel 1946 affronta con serietà e rigore intellettuale una vasta gamma di problemi di fondo della politica e della cultura, come ricorda il catalogo delle Edizioni di Comunità (Milano, 1964): "l'informazione [...] è sempre frutto di accurate ricerche, condotte da autori di grande probità intellettuale e competenza. Ogni fascicolo, ampiamente illustrato, contiene articoli e saggi politici, di economia, sociologia, letteratura, arti figurative, architettura, urbanistica, rassegne bibliografiche, note di costume, inchieste". Si può affermare che Comunità, pubblicata fino al 1992, per i contributi autorevoli, per la diffusione e per i temi dibattuti sia stata una tra le più qualificate pubblicazioni a livello europeo.

Un settore circoscritto dell'Emeroteca, ma molto importante ai fini della storia olivettiana, è quello delle pubblicazioni aziendali (Notizie Olivetti, Notizie di fabbrica, Go informazioni, ecc.), dove accanto alle notizie sulle vicende quotidiane della vita aziendale spesso trovano spazio approfondimenti e riflessioni condotte con uno stile colto e rigoroso che è raro trovare nei tradizionali house organs.

Oltre a pubblicazioni del sindacato e delle consociate italiane ed estere della Olivetti, l'Emeroteca comprende anche una raccolta dei periodici locali che consentono di ricostruire le vicende del territorio eporediese.

Alcune riviste (Notizie Olivetti, Comunità, Tecnica e Organizzazione tra le altre) sono state oggetto di un progetto congiunto dell'Associazione Archivio Storico Olivetti e della Regione Piemonte che ha consentito la digitalizzazione dei fascicoli che saranno presto disponibili online sul sito della Biblioteca Digitale Piemontese.
Il lavoro di pubblicazione on line delle riviste sta portando alla realizzazione di un sito ad hoc, nel quale sarà possibile consultare tutte le riviste Olivetti fino ad ora digitalizzate.