La scomparsa di Laura Olivetti
Vicepresidente della Associazione Archivio Storico Olivetti

Nella notte del 20 dicembre nella casa di suo padre, Adriano, a Ivrea è mancata Laura Olivetti, Vicepresidente della Associazione Archivio Storico Olivetti e Presidente della Fondazione Adriano Olivetti.

La sua scomparsa costituisce una gravissima perdita, non solo per la nostra Associazione e per la Fondazione, ma per l'intera cultura italiana ed in particolare per il territorio di Ivrea e del Canavese, di cui Laura Olivetti è stata principale promotrice della candidatura a Sito Unisco per Ivrea città industriale del XX secolo.

Tra gli anni '70 e '80, in qualità di Consigliere della Fondazione Olivetti, Laura Olivetti, assieme al prof. Maggia, promosse la creazione dell'Archivio Storico Olivetti, avvenuta a metà degli anni '80 con l'affidamento da parte della società Olivetti della gestione dell'Archivio nella sede di Villa Casana alla Fondazione Olivetti (Presidente il prof. Franco Momigliano e Segretario Generale il prof. Giovanni Maggia).

Gli eventi aziendali succedutisi negli anni '90 hanno portato poi nel 1998 alla costituzione della Associazione Archivio Storico Olivetti, al cui Atto costitutivo partecipò anche come socio la Fondazione Olivetti, di cui era Presidente Laura Olivetti, poco dopo nominata Vicepresidente della Associazione, carica proseguita sino ad oggi.

L'impegno a sostenere l'attività dell'Associazione Archivio Storico Olivetti da parte di Laura Olivetti è sempre stato determinante in funzione dell'orientamento delle attività di archiviazione e delle manifestazioni e presentazioni esterne, spesso in collaborazione stretta con la Fondazione Olivetti.

Va ricordato l'impegno comune delle due istituzioni per il grande Archivio della Famiglia Olivetti e per i Fondi Friedman e Quaroni ospitati a Villa Casana.

Ma soprattutto va ricordata l'attenzione ed il tenace e intelligente impegno di Laura alla conservazione ed alla valorizzazione attualizzata della memoria olivettiana e dei valori di imprenditorialità dell'esperienza storica di una azienda che ha pochi raffronti anche nel panorama internazionale.

In tale direzione vanno ricordati le Mostre ed in Convegni del 2001 per il Centenario della nascita di Adriano Olivetti e del 2008 per il Centenario della fondazione della società Olivetti ed i premi alla imprenditorialità olivettiana assegnati ad imprenditori italiani che nel loro agire hanno adottato valori e comportamenti simili al modello di Adriano nel suo impegno di imprenditore.

Laura Olivetti è una personalità straordinaria, ancora tutta da scoprire e di fronte a cui non è forse sufficiente, ma comunque significativa, la motivazione del Premio Unesco alla Cultura a lei attribuito nel luglio 2015: “Per la sua capacità di promuovere progetti culturali dalle evidenti ricadute sulla società e sulla cittadinanza” .